23 dicembre 2016

Mille io – Grazia Fresu

opera di Francine Van Hove

Mille io – Grazia Fresu

Che ci faccio in questo mondo
di ritmi binari, divisioni nette,
scelte assolute,
che ci faccio tra bianco e nero,
falso e vero, alto e basso,
destra e sinistra, dentro e fuori,
giusto e sbagliato, bello e brutto?
Che ci faccio con un’anima di mille “io”
che gridano, sussurrano, s’amano,
si uccidono per pianure nebbiose
mari tormentati altopiani
di stoppie bruciate strade sull’abisso?
Che ci faccio con me
schizofrenico altare dell’impossibile
possibile preghiera che mi riporti
a una casa di pace e di silenzio,
ricordi riscritti per ritrovare senso
e una vita d’arcobaleni e altalene
di perdite e distrazioni?
Che ci faccio coi miei versi,
forse banale bellezza
che non lascia orme
o canto, quel canto
che s’inserta nel tempo
distrugge gli orologi risolve le attese
resiste ai colpi e all’oblio?
Inquiete domande mi tormentano.

Nessun commento:

Posta un commento