2 dicembre 2016

Tocchi - e.m.

opera di Jack Vettriano

Tocchi - e.m.

Si insinua la mano nell’oro delle colonne
morbida pelle incontra tra il delta e il nero elastico

tocchi lievi salutano la sentinella al nord
turgido attende piacere altre carezze e altre ancora

impazienti artigli afferrano cristalli di purezza
scalano vette nell’acme del delirio tremano le torri

corde dell’arpa tese per suoni di magia
il ventaglio della mano disegna suoni e voli lievi

elastici fremiti aprono l’umidità e trattengono
serrano gli spasimi dei petali irrorati di rugiada

nettare dolce dell’amore sgorga dalla rosa copioso
imperlano le nocche gocce di ambrosia e purezza di diamanti

fuoco e passione si fondono si innalzano e
deflagrano i rivoli in colata tra declivi mai appagati

il monte di venere in eruzione di zaffiri e ametiste
purezza genera dalla fucina dell’inizio altra purezza e altro desiderio

Nessun commento:

Posta un commento