12 maggio 2017

Il vecchio stoico - Emily Bronte

Giuditta decapita Oloferne - Louis Finson

Il vecchio stoico - Emily Bronte

Non tengo in conto alcuno la ricchezza,
disprezzo e trovo vano anche l’amore;
la brama di successo è pura ebbrezza,
è come sogno che al mattino muore:

se prego, c’è soltanto una preghiera
che muove le mie labbra in verità:
“Il mio cuore lasciatemi com’era
e datemi la vera libertà!”

si compirà tra breve la mia sorte,
e questo è ciò che si deve implorare:
un’anima che sappia, in vita e in morte,
senza catene, tutto sopportare.

Nessun commento:

Posta un commento