11 giugno 2017

Quanto vorrei, oh quanto – Osip Mandel’stam

opera di Andrey Remnev


Quanto vorrei, oh quanto – Osip Mandel’stam



Quanto vorrei, oh quanto

- non visto, non sentito –

volare dietro un raggio

là dove non esisto.



E tu nel cerchio irradia –

non c’è altra beatitudine –

e da una stella impara

che significhi luce.



Ciò che ti voglio dire

è che sto bisbigliando

e sottovoce affido

te, mia bambina, a un raggio.



da Osip Mandel’stam, Libertà al crepuscolo a cura di Renato Faccani
Corriere delle Sera - Un secolo di poesia, a cura di Nicola Crocetti

Nessun commento:

Posta un commento